Blefaroplastica superiore: come risolvere il problema delle palpebre cadenti

By: | Tags: , , , , | Comments: 0 | maggio 17th, 2017

Blefaroplastica superiore a Napoli

L’intervento di blefaroplastica superiore, consente di correggere gli eccessi di cute o di grasso depositati nella sezione superiore delle palpebre, spesso causa di un’espressione piuttosto affaticata del volto.

L’esecuzione di una blefaroplastica superiore a Napoli

– Anestesia locale

– Durata: 1 ora

L’intervento di chirurgia plastica alla zona superiore delle palpebre viene eseguito in anestesia locale e dura circa un’ora. Nelle due settimane che precedono l’operazione, è consigliabile sospendere l’assunzione di medicinali che contengono acido acetilsalicidico (Aspirina, Bufferin, Carin e simili) o Vitamina E.

blefaroplastica superioreLe prime azioni eseguite dal chirurgo riguardano l’incisione della pelle a 10 millimetri oltre l’angolo laterale dell’occhio per rimuovere tessuto muscolare e grasso in eccesso. A seguito dell’incisione e dell’asportazione, viene operata una sutura con un filo molto sottile in corrispondenza del nuovo solco palpebrale.

Degenza, post operatorio e durata della blefaroplastica superiore a Napoli

Le cicatrici cutanee sono pressoché invisibili, in quanto nascoste all’interno delle curvature naturali delle palpebre. I punti di sutura vengono rimossi a distanza di 3-4 giorni dall’intervento. Il gonfiore alle palpebre e la presenza di piccole ecchimosi tende a scomparire nel giro di pochi giorni, mentre la guida e l’attività lavorativa possono essere riprese dopo 7-10 giorni.

L’intervento di blefaroplastica superiore a Napoli eseguito dal dr. Vincenzo Volpe ha l’obiettivo di rallentare il naturale processo d’invecchiamento della sezione interessata, ma i risultati possono variare da soggetto a soggetto. La durata degli effetti (mediamente 5-7 anni) è influenzata da fattori quali alimentazione, predisposizione genetica e tipologia della pelle.

Alternative e integrazioni alla blefaroplastica superiore

La blefaroplastica superiore non permette di attenuare l’abbassamento delle sopracciglia, per il quale è più indicato un trattamento di lifting del sopracciglio o l’utilizzo di una tossina botulinica. Anche le rughe e le cosiddette “zampe di gallina” posizionate nella sezione delle tempie non trovano definitiva correzione tramite la blefaroplastica superiore. Per rimediare a questi inestetismi è necessario, anche in questo caso, un trattamento con tossina botulinica o laser C02.

Per info e maggiori informazioni è puoi contattarmi al 339 208 6539 oppure inviarmi una mail ad info@vincenzovolpe.it

You must be logged in to post a comment.